BIOGRAFIA

Ma chi zeo sto mona?

 

 

È presto detto: Walter Basso, eclettico scrittore veneto umoristico (ma non solo), nacque qualche lustro fa a Camposampiero dove ha vegetato fino a poco tempo fa in stato catatonico. Ora vive da un’altra parte del mondo veneto ma con lo stesso fuso orario.

Odia con tutto sé stesso il lavoro manuale, le palestre in genere, i minestroni di verzure in sorte, la carne Simmerdal  i “mona e i ronpicojoni.” Ha scritto uno “smerdaro” (oltre 80) di libri, libretti, libroni “e chi no ghe crede na scarpà sui coj….” Il tutto (o quasi) in chiave umoristica.

Ama invece teneramente chi si fa i “cassi propri sui de lù, la léngua véneta, le tripe” e il baccalà ragno. Essendo bravo, intelligente, colto e soprattutto modesto, sa fare, e ha fatto, di tutto: spettacoli di cabaret, un musical, testi per un paio di programmi radio e diversi televisivi.

Ha lavorato con il mitico Dino Durante con il quale ha stretto una grande amicizia. Padre modello e marito fedele ha come motto: “Mejo scrìvere sparolasse onte che ‘ndare a lavorare”. Infatti è stato definito a furor di popolo “L’autore più sbocalon dele tre Venessie”.

Ultimamente, in un raro sprazzo di serietà morale e carità cristiana, si sta dedicando a una ricerca sull’emigrazione italiana nelle miniere del Belgio dopo il ’46 dove ha vissuto con la sua famiglia da bambino. Ha pubblicato due libri che sta presentando in Italia e Belgio.

Da sedici stagioni collabora con l’inviato di Striscia la Notizia Morello Morello il quale ogniqualvolta abbisogna di un “mona” al quale far fare una figura fecale in video lo chiama e lui accorre…

È stato giornalista fino a quando è diventato V.I.P. (vecio in pension).

Altro non sappiamo.

Distinti saluti!

Qui ...la vita di scrittore in 4 foto